L’economia circolare applicata: esperienza con la mosca soldato (Hermetia illucens)

L’uso degli insetti quale possibile soluzione per ridurre lo spreco alimentare è un ottimo esempio di Economia Circolare. Infatti, le larve di alcune specie possono essere utilizzate per meglio gestire e valorizzare gli scarti organici agroalimentari, bioconvertendo la biomassa di scarto sulla quale crescono e producendo proteine e lipidi utilizzabili per l’alimentazione nel settore zootecnico. La mosca soldato (Hermetia illucens) (BSF), data l’elevata sostenibilità, il basso fabbisogno idrico e le minime emissioni di gas a effetto serra, è stata studiata per la sua capacità di ridurre grandi quantità di rifiuto organico.

Dopo una panoramica che descriverà il potenziale delle larve di BSF come bioconvertitori, la presentazione mostrerà i principali settori di ricerca del dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali ed Alimentari dell’Università di Torino che negli ultimi anni, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Veterinarie e il CNR, si è occupato sia dell’allevamento degli insetti su diversi substrati che dell’utilizzo dei prodotti derivanti dagli insetto (farine proteiche, grassi) nell’alimentazione animale.